Coda di cavallo


👉🏻i 3 segreti per farla sembrare più corposa


Simbolo di femminilità e sensualità, i capelli lunghi sono un mezzo  semplice ma efficace con il quale accentuare la propria naturale bellezza. Sfruttando la possibilità di acconciarli come meglio si crede, si possono ottenere pettinature accurate e continuamente diverse, che regalano affascinanti varianti da sfoggiare tutti i giorni.


La coda di cavallo è una delle pettinature più veloci e più facili di cui una donna può servirsi in svariate occasioni, poiché essa si predispone all’eleganza di serate particolari, così come alla praticità di qualsiasi altro momento della giornata. Che sia per mancanza di tempo o per scelta stilistica, la coda di cavallo regala ai capelli un aspetto ordinato, in una semplicità tale che chiunque può farla in pochissimi minuti.


Laterale per chi ha il viso ovale, bassa per chi ce l’ha lungo, meglio alta per chi ha un ovale tondo e paffuto, essa non delude mai e diventa l’escamotage perfetto quando manca il tempo per dare una perfetta piega ai capelli.

Coda di cavallo per tutti i gusti


𝐓𝐄𝐂𝐍𝐈𝐂𝐀 1

Una delle bellezze della coda di cavallo, è quel tipico effetto “pony droopy“, ovvero quel rigonfiamento che sporge subito dopo l’elastico e che conferisce ai capelli un aspetto così corposo, tanto da esplodere in una massa che si gonfia e si riempie con un andamento verso l’alto.


Prima di tutto si possono utilizzare due elastici per capelli, dividendo l’intera chioma in due grandi ciocche legate molto vicine tra loro e poi unite in una unica, oppure si può ottenere lo stesso effetto utilizzando due ferretti per capelli posizionati ad “X” proprio alla radice della coda di cavallo, di modo da creare quella maggiore spinta verso l’alto


𝐓𝐄𝐂𝐍𝐈𝐂𝐀 2

Se invece ciò che volete ottenere non è quell’effetto di spinta verso l’alto in corrispondenza dell’uscita dell’elastico, ma un effetto folto e corposo lungo tutta la lunghezza del capello, allora la tecnica che vi si addice di più è la seguente: sezionando l’intera capigliatura in due gruppi, si creeranno due code, una poco sopra la metà della testa ed una poco sotto, facendo in modo che la distanza tra le due ciocche sia tale da portare quella più alta a cadere e coprire quella sottostante, mescolandosi naturalmente ad essa e dando l’illusione ottica di un’unica folta coda.


Con questo metodo, però, bisogna far attenzione a saper mimetizzare bene la coda sottostante con quella superiore, per evitare che lateralmente possa vedersi il profilo delle due sezioni di capelli, legati in punti differenti della testa.


𝐓𝐄𝐂𝐍𝐈𝐂𝐀3

Quando il tempo per acconciare una coda di cavallo e renderla piena e corposa è davvero poco, esiste un metodo infallibile che dona pienezza ai capelli senza spendere troppo tempo in architetture che ingannino l’occhio.


Una volta legati i capelli a coda di cavallo, essi vanno sezionati con un pettine a denti non troppo larghi e, partendo dalla ciocca inferiore, si esegue per ognuna una cotonatura leggera solo in corrispondenza della fuga dei capelli dall’elastico.


E ora tocca a voi ! Divertitevi 😉 e provate la coda che fa per voi!



21 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle
  • Pinterest - Bianco Circle

Bellessenza di Marcato Valentina

Via Aureliana, 60 - 35036 Montegrotto Terme PD

P.I. 04380900284   -   Codice Fiscale MRCVNT83C56A001S